Le call to action, letteralmente “chiamata all’azione”, sono componenti indispensabili in ogni pagina web perché spingono i tuoi lettori ad agire, innescando una serie di azioni che possono facilitare il loro processo di acquisto. Le call to action si possono trovare in ogni fase del percorso teorizzato dall’Inbound Marketing e rappresentano la chiave di volta per trasformare un semplice lettore dei tuoi contenuti on line in un contatto caldo, a patto però che la call to action sia ben costruita e capace di attirare l’attenzione. Ecco quindi come costruire call to action irresistibili in grado di fare la differenza.   

Come si presenta una call to action?

Una call to action è una frase scritta nero su bianco che incita all’azione. Per poter essere efficace, però, deve riuscire a catturare l’attenzione del lettore, per questo non basta avere in mente una frase incisiva e convincente, ma bisogna anche renderla graficamente accattivante. Le call to action devono saltare subito all’occhio e vengono spesso trasformate in bottoni grafici o anchor link che si discostano dal resto del testo di una pagina web, risultando così più visibili e più persuasive.

Per creare una call to action efficace, dai sfogo alla tua creatività e sfrutta programmi di grafica per dar vita a bottoni belli e seducenti. I poco esperti possono utilizzare Powerpoint o Canva, un programma di grafica intuitivo, con soluzionipre-impostate facili da utilizzare, mentre chi ha più dimestichezza con software grafici può sempre affidarsi a Photoshop, forse un po’ complesso da utilizzare, ma di sicuro la soluzione più efficace se si vuole creare bottoni davvero originali e personalizzati.

4 caratteristiche indispensabili per una call to action di successo

Per poter convincere i lettori ad agire quando leggono una call to action, questa deve avere tutti e 4 gli elementi fondamentali che la rendono efficace, vale a dire:

  • Catturare l’occhio

Grazie ad un effetto grafico d’impatto, la call to action deve essere immediatamente visibile, senza però uscire dallo stile scelto per il resto della pagina. Per essere ordinata e piacevole, infatti, una pagina web dovrebbe avere due, massimo tre colori ponderanti e la call to action deve essere costruita utilizzando la stessa palette cromatica.

  • Invitare all’azione

La frase che compone la call to action deve essere costruita con verbi che invitano all’azione. Via libera quindi a verbi imperativi come “clicca”, “scrivi”, “chiama”, tutte parole che per loro natura spingono l’utente a fare qualcosa, che sia digitare il proprio indirizzo mail in un form o prendere in mano il telefono e chiamarci per avere maggiori informazioni.

  • Definire bene cosa accade al click

Per far sì che la propria call to action sia efficace, non basta invitare all’azione, bisogna chiarire con l’utente cosa implica l’azione che sta per compiere. Se non si specifica al meglio cosa accadrà, si rischia che l’utente si senta disorientato e, impaurito dalle conseguenze, non risponda alla nostra richiesta.

  • Chiarire il valore dell’offerta

Soprattutto quando si propone agli utenti un’offerta commerciale in cambio di dati personali, la call to action non solo deve specificare cosa accade al click, ma deve anche definire il valore dell’offerta che l’utente sta per ricevere, affinché egli sia ben consapevole delle conseguenze della sua azione e possa procedere senza preoccupazioni e sentendosi al sicuro.

Purtroppo il Web e le sue insidie, come pubblicità ingannevoli, virus, spam,… fa ancora paura agli utenti. Quando si crea una call to action, è bene essere il più trasparenti possibili e chiarire all’utente cosa comporta la sua azione, solo così si viene a creare un rapporto di fiducia che lo spinge ad agire.

Come capire se una call to action funziona?

Come insegna l’Inbound Marketing, ogni azione deve essere monitorata, per questo è importante capire anche l’efficacia di una call to action. Per fare questo esistono software di marketing automation che monitorano le azioni effettuate dai lettori e permettono di valutare se la propria call to action è convincente o meno. Tra tutti i software disponibili noi consigliamo Hubspot, una piattaforma che permette di valutare l’efficacia delle call to action per modificarle e ottimizzarle in tempo reale al fine di renderle sempre più irresistibili e in grado di catturare l’interesse dei lettori. Inoltre grazie ad Hubspot è possibile anche creare contenuti e condividerli su Blog e Social Network, programmare Newsletter, monitorare le proprie attività di SEO, ed ottenere il massimo dalla propria strategia di Digital Marketing.

Scarica il nostro eBook "Come creare una campagna di Inbound Marketing di successo" per scoprire di più sulle call to action e sul conversion path...

Ebook come creare una campagna di inbound marketing di successo

Trova nuovi clienti all’estero con metodo, competenza e disciplina
image description