Temporary Process Manager: chi è e come può aiutarti a ottimizzare le attività di marketing e vendite

Scritto da Giorgio Nicoli in Idee vincenti

image Temporary Process Manager: chi è e come può aiutarti a ottimizzare le attività di marketing e vendite
Per sfondare nel proprio mercato, occorre applicare delle strategie ben definite con metodo, competenza e disciplina. Ecco come un professionista altamente qualificato può garantire l’applicazione corretta dei processi di marketing e vendita, mantenendo alta la disciplina in azienda e portandola verso il successo.

Con metodo, competenza e disciplina è possibile raggiungere i tuoi obiettivi di vendita venendo incontro alle nuove modalità di acquisto dei clienti di oggi e del prossimo futuro. Se hai qualcuno al tuo fianco che tiene sotto controllo tutta la squadra, raggiungerli sarà ancora più semplice.

Yourbiz ha formato e introdotto la figura del Temporary Process Manager all’interno delle strategie di marketing studiate per i propri clienti, un professionista che ha lo scopo di fare in modo che i processi aziendali vengano seguiti alla lettera e di rendere più competitive le aziende B2B attraverso l’uso di nuove tecnologie.

Leggi l’articolo per scoprire:

 

 

Di cosa si occupa un Temporary Process Manager

Ok, come quasi tutte le parolone in inglese usate dalle agenzie di web marketing, questo termine potrebbe lasciarti in testa un bel “sì e...quindi?”. Ti capisco, rimedio subito.

Il Temporary Process Manager (che da ora in poi chiameremo TPM):

  • garantisce l’applicazione corretta dei processi di marketing e vendita, mantenendo alta la disciplina in azienda. Se qualcuno va fuori dal tracciato, lo riporta prontamente in carreggiata;
  • ha le competenze necessarie per portare innovazione nei reparti (un esempio tra tutti: l’utilizzo della Marketing automation);
  • si occupa di formazione, condividendo le sue competenze con i dipendenti delle aziende B2B;
  • è un aiutante formidabile nella definizione di nuove strategie aziendali efficaci, consiglia nuove attività da realizzare e nuove sfide da intraprendere;
  • verifica i risultati dei processi aziendali e li trasmette alla direzione;
  • individua eventuali punti da migliorare e suggerisce gli strumenti ideali per farlo;
  • si accerta che i reparti marketing e vendite siano sempre allineati, come prevede la Demand Generation.

 

 

Un TPM per ogni realtà

Il TPM ha competenze disparate, insomma, sa “arrangiarsi” con qualsiasi realtà si trova di fronte. Tuttavia, come ogni pentola ha il suo coperchio, ogni azienda può avere un Temporary Manager più adatto ai suoi obiettivi.

In Yourbiz generalmente puoi incontrare:

  1. il TPM - Il classico professionista esperto di Demand Generation, che ti ho descritto finora. A partire dai processi, studia strategie che valorizzano al massimo le risorse aziendali e le mette in pratica grazie a piattaforme come HubSpot, grazie alle sue certificazioni;
  2. il TEM (Temporary Ecommerce Manager) - Simile al TPM, è una figura più focalizzata sulla Conversion Rate Optimisation degli shop online. I test di comportamento degli utenti sui siti web e il monitoraggio dei KPI sono il suo pane quotidiano;
  3. il TSM (Temporary Sales Manager) - Super ferrato nelle vendite, viene assegnato al reparto commerciale e dà supporto nelle strategie prima, durante e dopo la vendita. Affianca i venditori sul campo e verifica che gli strumenti pratici di lavoro siano efficaci.

 

I benefici di un TPM in azienda: non solo ordine e disciplina

Qualsiasi tipo di Temporary Manager ti stia accanto, in ogni caso avrai la certezza di essere nelle mani giuste e di portare la tua azienda verso il successo.

Avere un professionista altamente competente ti permette di dormire sonni tranquilli, perché:

  • ha tante competenze diverse, quindi moltissime possibilità di migliorare le attività aziendali;
  • risolve qualsiasi problema (sì, proprio come Mr. Wolf in Pulp Fiction);
  • trova le soluzioni migliori a vantaggio del cliente;
  • interagisce quotidianamente con un team di professionisti del mondo del digital marketing, ciascuno specializzato in un argomento specifico; 
  • il TPM stesso fa parte di un team di altri TPM che costantemente si confrontano e condividono i propri casi studio per arricchire le singole esperienze. 

 

E a partire da questi vantaggi, ecco cosa ne guadagna la tua azienda:

  • più tempo libero per le risorse strategiche, che possono sfruttare meglio il tempo che prima impiegavano in operazioni ripetitive;
  • raddoppio del tasso di chiusura vendite in 6 mesi, perché grazie all’applicazione corretta dei processi di marketing fai offerte a persone più in linea con il tuo business;
  • più innovazione e un vantaggio competitivo, perché la tua azienda sarà sempre al passo con le novità;
  • ultimo, ma non meno importante, i reparti marketing e vendite rimangono costantemente allineati portando un enorme vantaggio al fatturato dell’azienda.

 

Lascia un commento

Vuoi restare aggiornato sulle novità che pubblichiamo?
X
Facciamo qualcosa di grande insieme
image description