Esportare in Spagna: i trucchi per una strategia web localizzata

Scritto da Yourbiz Staff in Internazionalizzazione

image Esportare in Spagna: i trucchi per una strategia web localizzata
Vuoi esportare in Spagna con una strategia di web marketing geolocalizzata? Ottima mossa, il periodo è fiorente e il mercato spagnolo ancora in piena ripresa: ti spieghiamo allora come muovere i primi passi per l’internazionalizzazione del tuo business.

Nonostante la grave crisi che l'ha colpita nel 2011, la Spagna ha registrato progressivi segnali di miglioramento e oggi è in netta ripresa. Esportare in Spagna, grazie a Internet, potrebbe quindi essere un’impresa più semplice di quanto pensi.

Prima di partire con la tua nuova missione, devi però conoscere alcune informazioni, ad esempio:

  • L’attuale quadro economico del Paese
  • I prodotti più importati.

Oltre a ciò, ti spieghiamo come potresti impostare una strategia di web marketing internazionale per esportare in Spagna, focalizzandoci su 2 aspetti: come valutare le possibilità di penetrazione del mercato, e come scoprire le abitudini digitali del tipico consumatore spagnolo.

 

Quadro economico della Spagna

Come ho anticipato, dopo la grave crisi del 2011 la Spagna si è ripresa - meglio di quanto abbiano fatto Italia e Grecia - e il suo PIL continua a crescere: ha registrato un tasso di crescita del 3% negli ultimi due anni e, addirittura, a metà del 2017 il suo PIL ha superato i livelli pre-crisi. (fonte: https://www.economist.com/news/europe/21723446-having-tackled-its-problems-earlier-italy-or-greece-spain-now-seeing-results-spains).

I rapporti economici con l’Italia sono sempre stati buoni, vuoi per la vicinanza geografica, vuoi per quella culturale. Nonostante la crisi economica, i 2 Paesi continuano a essere punti di riferimenti uno per l’altro, per non parlare della posizione privilegiata della Spagna come porta di accesso per i mercati di America Latina e Nord Africa.

 

New Call-to-action

 

Cosa esportare in Spagna

Se sei un’azienda B2B che vuole esportare in Spagna attraverso una strategia web di respiro internazionale, ci sono altre buone notizie per te: l’Italia è il quarto Paese, dopo Francia, Germania e Portogallo, per volume di export verso la Spagna. Tra i principali prodotti esportati dall’Italia ci sono macchinari di diverso genere, autoveicoli, prodotti in metallo e prodotti chimici. Anche il B2C non se la passa male, con un’alta percentuale di esportazioni di prodotti di abbigliamento. (Dati relativi al 2016, fonte: http://www.infomercatiesteri.it/dove_vendere.php?id_paesi=92)

  • La principale componente di export dall’Italia in Spagna è costituita da macchinari e apparecchiature: macchine di impiego generale, macchine per impieghi speciali, attrezzature di uso non domestico per la refrigerazione e la ventilazione, macchine e apparecchi di sollevamento e movimentazione, macchine per l'agricoltura e la silvicoltura, macchine utensili;
  • Per quanto riguarda il settore degli autoveicoli, le esportazioni spaziano dal prodotto finito alle singole componenti (carrozzerie, apparecchiature elettriche ed elettroniche e i restanti accessori);
  • Tra i prodotti in metallo, spicca il gruppo di acciaio, ferro, ghisa e ferroleghe, seguito da tubi e condotti saldati (e simili), poi oggetti in ferro e rame, e infine alluminio e semilavorati;
  • Anche i prodotti chimici coprono una percentuale rilevante nel volume totale delle esportazioni italiane in Spagna, basti pensare alle materie plastiche in forme primarie, ai prodotti chimici a base organica e ai prodotti per la toeletta.

 

Come sapere se il tuo prodotto è richiesto in Spagna

Per farti un’idea di quanto il tuo prodotto o servizio potrebbe essere richiesto dalle aziende spagnole e consultare dati aggiornati, puoi usare due strumenti gratuiti messi a disposizione da Google: il Market Finder, che per ogni keyword di ricerca ti offre una classifica dei Paesi dove quella keyword è più googlata; e il Keyword Planner, che funziona più o meno allo stesso modo, ma sei tu a impostare il target geografico che ti interessa e a verificare se la tua keyword è cercata o meno.

Se vuoi capire meglio il meccanismo alla base di questi 2 tool gratuiti, puoi leggere questo articolo dove ho spiegato in modo più approfondito il loro funzionamento :)

 

Abitudini digitali in Spagna

Tutte le informazioni raccontate fin qui sono essenziali per capire se la tua azienda ha la concreta possibilità di esportare in Spagna, ma per impostare la tua strategia di marketing internazionale sul web devi prima avere una chiara idea delle abitudini digitali del tuo target straniero. Sai quali motori di ricerca usa? E quali social network? Sono informazioni essenziali, perché quei luoghi virtuali sono proprio i luoghi dove amano scorrazzare anche i tuoi clientes potenciales.

  • La Spagna è il Paese europeo che più di tutti si affida al buon caro e vecchio Google per ricercare informazioni e soluzioni ai suoi problemi. Stando alle ultime statistiche, infatti, Google Espaňa si fregia di una percentuale di preferenza pari al 97%, seguito da Yahoo con 1,18% e Bing con 0,72%. Un’altra ottima notizia, quindi: i principi di posizionamento organico del tuo sito web sul motore di ricerca sono gli stessi sia in Italia che in Spagna, e lo stesso vale per la piattaforma di pubblicità Pay per Click (Google AdWords).  (http://www.searchadvertising.it/2016/04/google-n-1-nelle-ricerca-dappertutto-cosi/)
  • Anche per quanto riguarda la frequentazione dei social network, le preferenze degli spagnoli rispecchiano quelle degli Italiani: Facebook è al primo posto. Il secondo posto, invece, spetta a Twitter (mentre in Italia la medaglia d’argento è di Instagram). Se vorrai, potrai sfruttare Facebook anche per le tue campagne di web marketing targettizzate sulla Spagna. (https://www.stintup.com/social-network-piu-usati-paesi-2017)

 

Un esempio di strategia web in Spagna

Per fornirti un esempio di come si può esportare in Spagna grazie al web marketing, porto il caso di studio di To Be Packing, un’azienda italiana specializzata nella progettazione e realizzazione di packaging di lusso per le gioiellerie di alta gamma.

To Be ha individuato nel mercato spagnolo un terreno florido per il suo business e ha così scelto di implementare, oltre alla strategia SEO in Italia, anche una strategia indirizzata al target spagnolo: con l’ottimizzazione del codice e dei contenuti del sito web in versione spagnola, insieme alla realizzazione di pagine che attraessero visite qualificate, To Be Packing ha raggiunto le prime posizioni su Google anche in Spagna, per termini di ricerca particolarmente importanti per il suo business.

Risultato: un aumento vistoso del numero di visitatori e di contatti commerciali internazionali.

esportare-in-spagna-to-be

 

 

Il nostro articolo ti ha messo la pulce nell’orecchio? :)
Allora scarica il nostro ebook gratuito "Come vendere all'estero nel modo giusto: la guida (molto pratica e poco teorica) per imprese B2B."

New Call-to-action

Lascia un commento

Vuoi restare aggiornato sulle novità che pubblichiamo?
X
Ti aiutiamo a trovare nuovi clienti (anche all'estero) con internet!
image description