Local SEO: i cinque passi per la visibilità locale sui motori di ricerca

Scritto da Giorgio Nicoli in Guide pratiche da scaricare

image Local SEO: i cinque passi per la visibilità locale sui motori di ricerca
Hai un negozio o un’attività locale e cerchi visibilità sui motori di ricerca? In questo articolo, scopriamo quali sono i cinque elementi fondamentali per una strategia di posizionamento SEO nei risultati di ricerca locali. E finalmente potrai scalare le classifiche di Google Maps!

Partiamo da una premessa fondamentale. La visibilità sui motori di ricerca ha logiche molto diverse, a seconda che il business di riferimento venga identificato da Google e compagni come un argomento di interesse generale (per esempio, i “gazebo pieghevoli”) oppure di interesse locale (un caso tipico è il “ristorante”). Nel primo caso, i risultati che i motori di ricerca restituiranno sarà pressoché identico in tutta Italia; nel secondo, sarà completamente diverso a Bergamo, Milano, Roma, Palermo.

Google e gli altri motori di ricerca tendono infatti a valorizzare i risultati di ricerca che possono essere i più utili possibile per gli utenti. E se la parola chiave “ristorante” restituisse a Torino i migliori locali di Roma e Milano, questo processo non sarebbe corretto: l’utente non sarebbe probabilmente soddisfatto e sarebbe costretto a raffinare la sua ricerca, per esempio inserendo “ristorante torino”, per capire dove andare a mangiare quella sera.

Si tratta di un fenomeno che è ancora più evidente e marcato da quando le ricerche vocali sui dispositivi mobili hanno iniziato ad essere utilizzate in gran numero. L’utente ha bisogno di un’informazione veloce e pertinente, e solo dei risultati di ricerca declinati in base alla sua posizione geolocalizzata, molto spesso, possono essere soddisfacenti per le persone a caccia di ricerche. E in una guerra serrata tra Siri (Bing) e Google Vocal Search, i motori di ricerca non possono sbagliare.

I risultati di ricerca per le tue parole chiave di riferimento sono locali? Ecco quindi i cinque punti di Local SEO che non puoi proprio trascurare se vuoi posizionarti e ottenere un vantaggio competitivo enorme.

Le basi del posizionamento SEO: titoli e meta tag

Il posizionamento sui motori di ricerca è determinato in modo importante dal comportamento degli utenti nella pagina dei risultati. Se avrai la fortuna di arrivare tra le prime posizioni, ma le persone non cliccheranno sul tuo risultato, è molto probabile che prima o poi scenderai. Per questo motivo, devi incuriosire al punto giusto il cliente e far capire che la tua è un’attività locale, nei dintorni di dove si trova. Puoi agire su:

  • Meta title: dovrebbe contenere efficacemente tipo di attività, nome dell’attività e località – per esempio “Ristorante Pepe Verde Stezzano”.
  • Meta description: è il testo che compare sotto il titolo della pagina nei risultati di ricerca dei motori e può aiutare l’utente incuriosendolo su cosa troverà nella pagina.
  • URL: il link dovrebbe essere “parlante”, quindi evita i vari /hu?kuad122s e utilizza sistemi di riscrittura degli URL intelligenti (es: /ristorante/menu/cena).

 

Informazioni chiare e utili

L’esperienza dell’utente sulla pagina di destinazione è un altro elemento fondamentale per posizionarsi sui motori. In poche parole: meglio si trova l’utente sul sito web, più i motori di ricerca riterranno che si tratti di un risultato idoneo per quella parola chiave. Le informazioni che vengono solitamente cercate per chi vuole fare SEO locale sono bene o male le seguenti:

  • Orari di apertura, chiari e semplici.
  • Contatti (numero di telefono, fax, e-mail, servizi di messaggistica).
  • Come arrivare (mappa e principali indicazioni).
  • Informazioni aggiuntive come prezzi, servizi, prodotti…

Un ultimo ma importante appunto: il tuo sito web deve essere ottimizzato per i dispositivi mobili. Altrimenti, dì pure addio al tuo posizionamento SEO su smartphone e tablet.

Un prezioso aiuto: Google My Business

Cosa ci fanno Google Maps, Google Plus e YouTube in un unico servizio integrato? Sembra una barzelletta, invece è Google My Business. Il servizio gratuito di Google permette alle imprese locali di registrarsi e autenticarsi (con una verifica telefonica e una cartolina fisica) e di raccogliere in un unico spazio tutte le informazioni relative all’attività (orari, contatti, descrizioni), complete di fotografie e video.

In questo spazio, che compare spesso a destra dei risultati di ricerca di Google, gli utenti possono lasciare le proprie recensioni, contribuendo a fornire visibilità al business locale.

Come ti ho detto all’inizio, poi, Google My Business è integrato nella mappa Google Maps, nel social network Google Plus e nel servizio di video sharing YouTube.

Menzioni, recensioni e link

Più la tua attività locale sarà “chiacchierata” sul web, più Google e gli altri motori di ricerca la prenderanno in considerazione. In questo processo, intervengono tre principali fattori che puoi stimolare:

  • Le menzioni, ovvero la quantità e qualità delle volte in cui gli altri siti internet nominano il tuo brand. Tieni quindi in prezioso conto luoghi come Yelp, Tripadvisor, Foursquare e Pagine Gialle.
  • Le recensioni, che puoi raccogliere dai siti web già citati, da Google My Business, da enti certificati esterni (come TrustPilot) oppure internamente al tuo sito internet. Ma anche da social network e altri spazi di condivisione sul web. Inutile dirlo: più stelline avrai, meglio sarà per il tuo Local SEO.
  • I link, ovvero i collegamenti che altri siti web spontaneamente si sentiranno di fare verso il tuo business. Trattandosi di un’attività locale, puoi stimolare directories locali e siti web istituzionali a creare un collegamento al tuo sito web. Puoi anche fare attività di link building manipolativa, creando link artificiali: ma bada, servono grandi competenze e il rischio è molto alto.

 

Schema.org per le attività locali

Infine, un elemento tecnico molto importante, che può garantirti una visibilità migliore dei tuoi concorrenti sui motori di ricerca. Schema.org è uno standard sviluppato e adottato dai motori di ricerca per circostanziare (chiarire) alcuni elementi delle pagine web.

Per esempio, puoi comunicare a Google che un elemento della tua pagina è il “menù del ristorante”, che un altro è il “prezzo”, che altri ancora sono gli “orari di apertura”. Il tutto con uno standard tecnico specialistico adottato a livello internazionale, che può essere facilmente adoperato da uno sviluppatore web di fiducia.

SEO Local: alcune conclusioni

In questo articolo, ti ho spiegato la differenza tra risultati di ricerca di interesse generale e locale. Se hai un’attività locale, il tuo principale interesse andrà diretto verso questi ultimi. Per fare Local SEO intelligente e acquisire un vantaggio sulla concorrenza, devi curare molti aspetti tecnici, contenutistici e di popolarità. Un lavoro faticoso e complesso, ma che può portare a risultati enormi.

Vuoi avere maggiori informazioni sul Local SEO?
Contattaci senza impegno per una chiacchierata!

A presto,
Giorgio Nicoli

Iscriviti alla nostra newsletter per non perdere i prossimi articoli!

Lascia un commento

Vuoi restare aggiornato sulle novità che pubblichiamo?
X
Ti aiutiamo a trovare nuovi clienti (anche all'estero) con internet!
image description